Domande e risposte con Waterloo Arts Fest Artist-in-Residence Angela Oster

Artista Angela Oster

Quando hai capito che eri un artista?

Ho sempre amato disegnare e creare cose, ma ci è voluto un po 'per considerarmi un artista. Penso che sia stato dopo aver sviluppato l'abitudine di disegnare ogni giorno che avevo la sicurezza di definirmi un artista.

Come hai avuto il tuo allenamento?

Ho un BFA dal Cleveland Institute of Art e ho preso l'arte commerciale professionale al liceo. Ho anche fatto un tutoraggio con Dan Krall, un illustratore e animatore. Pratico anche molto per conto mio.

Che tipo di lavoro crei?

Per lo più disegno cartoni animati. Il mio obiettivo è renderli divertenti, strani, carini e gentili. Realizzo anche piccole sculture basate sui miei disegni. Mi piace definirli mostri delicati e stranezze a occhi spalancati. Nella scuola d'arte, ho studiato installazione e performance art; quindi, mi interessa anche l'arte interattiva e pubblica. Ma il tema ricorrente è quello di invocare delizia, che si tratti di un disegno carino o di una scultura giocosa.

Fumetto di vampiri di Angela Oster

Che cosa ti ispira?

Sono ispirato da tutto! A volte è un biglietto di auguri vintage o un vecchio videoclip di un'animazione o di una spilla antica. Sono un fan di così tanti artisti e di così tanti tipi di arte, e tutto viene trasformato in miei disegni e sculture. C'è un impulso che succede.

Cosa fai quando non crei arte?

Quando non sto creando arte, mi piace guardare l'arte nei musei e nelle gallerie. Insegno a BayArts e lavoro part time all'Ohio Citizen Action. Mi piace passare il tempo con la mia famiglia e gli amici, guardare film, nuotare e andare ai mercatini delle pulci e alle biblioteche.

Hai fatto acquisti presso HGR per il tuo lavoro?

Sì! HGR è come un negozio di dolciumi per artisti. C'è così tanta materia prima; è sconfinato e stimolante, ed è conveniente!

Se sì, cosa hai trovato e come l'hai usato?

Ho trovato un nastro arancione "High Voltage" da utilizzare in una scultura pubblica per Waterloo Arts. Il nastro è stato un punto di svolta nell'evoluzione della mia idea per la scultura, e questo non sarebbe successo senza HGR.

Come sei stato coinvolto come artista in residenza con Waterloo Arts Fest?

Ho partecipato come venditore per molti anni alla festa. Penso che sia così unico in quanto è un vero evento di quartiere. Ci sono molte attività pratiche per i visitatori di tutte le età. Quest'anno sono stato invitato a fare una residenza, quindi ho colto al volo l'occasione.

Parlaci del progetto.

Ho costruito una "Macchina per la rimozione di arance" - una scultura di comunità che serviva come cabina per la registrazione degli elettori e ha anche aiutato a raccogliere oggetti per "A Color Removed" alla SPACES Gallery. Ho costruito una gigantesca struttura aperta con hula hoop e l'ho coperta con del nastro arancione. Ho chiesto alle persone di portarmi oggetti arancioni: vestiti, giocattoli, attrezzature sportive, articoli per la casa, ecc. Gli oggetti sono stati catalogati e visualizzati come parte dell'installazione di Michael Rakowitz presso SPACES, durante FRONT International.

Disegno di concetto di Angela Oster Orange Removal MachineAngela Oster Orange Removal MachineAngela Oster Orange Removal MachineOggetti di Angela Oster per A Color Removed

Quali sono le prospettive?

Sto organizzando uno spettacolo collettivo di pop-up presso la Galleria Osterwitz di 15615 Waterloo Road a Cleveland il 7 di settembre. Ho dato agli artisti 30 una bambola Ting-a-ling Tina, una piccola bambola dentro un piccolo telefono. Ogni artista può personalizzare la bambola o creare un nuovo pezzo ispirato alla bambola. Dovrebbe essere uno spettacolo divertente!

Cleveland Institute of Art si è laureato e il cliente HGR lavora come designer industriale

Greg Martin registra cianotipo di carta

(Domande e risposte con Greg Martin, direttore del design, Kichler Lighting)

Perché hai deciso di andare a scuola al Cleveland Institute of Art?

Sono andato a un liceo cattolico con preparazione universitaria e nemmeno una lezione d'arte generica. Nonostante questo, tutto quello che sapevo è che volevo andare alla scuola d'arte. Nonostante i migliori sforzi dei miei insegnanti, dei miei genitori e del consulente scolastico (i cui test di carriera indicavano che ero il più adatto per essere un contadino), convinsi abbastanza i miei genitori che accettarono di farmi applicare alla CIA. La CIA era l'unica scelta perché sapevo che era una grande scuola, ed era vicino a casa (nel senso che potevo risparmiare denaro e vivere a casa). Ho iniziato alla CIA per dedicarmi all'illustrazione, ma ho cambiato rotta all'ultimo minuto con il design industriale.

Qual è il tuo miglior ricordo della CIA o cosa hai imparato che ti ha portato dove sei oggi?

Il miglior ricordo della CIA è quello di essere in grado di esplorare e approfondire molti mezzi diversi, nonostante sia un grande esperto di design industriale: vetro, scultura, incisioni e ceramiche. Erano tutte esperienze meravigliose. A quei tempi il programma quinquennale prevedeva molto "gioco" al di fuori del tuo maggiore, il che ha avuto un grande impatto su di me. Ho imparato a pensare ea chiedere "cosa succede se". Ho anche imparato che più hai lavorato e più ne hai ricavato. Richard Fiorelli, che ho avuto il piacere di avere per il secondo anno di design, è stato il professore più influente di gran lunga nei miei cinque anni alla CIA. Non me ne sono reso conto fino a molto più tardi nella mia carriera. Vorrei solo avere la lungimiranza di averlo saputo quando ero tornato a scuola, perché avrei passato più tempo con lui.

Ti consideri un artista o un creatore?

Artista

Cosa crei e con quali tipi di materiali?

Scultura, mobili, oggetti decorativi (funzionali e non funzionali), ceramiche, immagini fotografiche

Da quanto tempo sei cliente HGR?

Fellow CIA Student Matt Beckwith mi ha fatto conoscere HGR in 2005 o 2006.

Che cosa hai trovato in HGR che hai incorporato nel tuo lavoro?

Questo elenco potrebbe andare avanti per le pagine, letteralmente. Tutto da cose che ho incorporato in sculture (firehoses, catene, nastri trasportatori, attrezzature, parti robotiche, elettronica), a oggetti usati nella creazione di arte e mobili, ma non incorporati nel pezzo finale (fotocamere, microscopi, lenti varie, morsetti, ecc.), agli articoli che mi aiutano nella preparazione alla creazione (mescolare bottiglie, sciacquoni, ecc.) Ho anche usato HGR per i materiali nella creazione per il mio lavoro (vecchi strumenti e hardware per la creazione di prototipi di pistole NERF), come oltre che per l'ispirazione per il mio lavoro di progettazione nel giocattolo e nei campi di illuminazione.

Raccomanderesti HGR ad altri artisti e creatori?

Non solo lo consiglierei, direi che è un must per tutti gli artisti / creatori creativi.

Cosa fai quando non crei arte? Carriera? Hobby?

Sono un designer industriale / designer di prodotto; quindi, "creare" costituisce il grosso di ciò che faccio. Ho fatto delle visite sul campo con il nostro team di progettazione al lavoro per trarre ispirazione dal camminare nei corridoi di HGR. Suono anche la chitarra e il banjo quando il tempo lo consente.

Che cosa ti ispira?

Quasi tutto / tutto. Cerco di tenere gli occhi e la mente aperti per vedere quanto posso e chiedere "cosa succede se". Le persone creative e le soluzioni creative mi ispirano.

Dove possiamo trovare il tuo lavoro?

Il mio sito web (in corso) è gmartinstudio.com.

Greg Martin condivide sedia / panca

Il designer 3D crea anche sculture con oggetti trovati in HGR

Matthew Beckwith, partner di Photonic Studio e cliente di HGR Industrial Surplus

(Domande e risposte con Matthew Beckwith, partner, Photonic Studio)

Perché hai deciso di andare a scuola al Cleveland Institute of Art?

Originariamente volevo essere un designer di automobili. La CIA era più adatta per me di altre scuole incentrate sul design automobilistico che si trovavano a Detroit e San Francisco. Dopo aver provato le auto per un anno, ho deciso che il design del prodotto era più adatto a me.

Qual è il tuo miglior ricordo della CIA?

Alcuni dei miei migliori ricordi della CIA provenivano da lezioni tenute da Richard Fiorelli. Le sue lezioni avevano un approccio pratico per lavorare con materiali che fornivano risultati che altrimenti non penserei di delineare. Questo concetto pratico di "gioco" per enunciare concetti è qualcosa che mi ha colpito durante tutta la mia carriera.

Ti consideri un artista o un creatore?

Credo che direi "designer". Per il mio lavoro di giorno (direttore creativo / partner di Photonic Studio), faccio cose per le altre persone per comunicare e visualizzare le loro idee. Suppongo di essere un "maker" come hobby perché amo armeggiare e sperimentare.

[nota del redattore: Photonic crea rendering architettonici 3D, rendering di prodotti 3D illustrazione, animazione e ambienti interattivi. Queste foto mostrano alcuni dei loro lavori.]

Cosa produci e con quali tipi di materiali?

Con materiali di HGR ho realizzato varie sculture. Ho lavorato con tutto, dai grafici e carte grafiche termocromatiche, ai nastri trasportatori e agli elastici giganti. Spesso la natura sfaccettata dei materiali di HGR si presta a giocare e sperimentare. Io, in generale, mi piace cercare cose uniche che sono sulla loro strada per rottamare e possono essere acquistate il meno possibile. Mi piace l'idea che possiamo andare su cose che stavano andando alla discarica o alla discarica.

Da quanto tempo sei cliente HGR?

Il mio primo viaggio in HGR è stato in 2005ish.

Che cosa hai trovato in HGR che hai incorporato nel tuo lavoro?

Carte grafiche e grafiche uniche, carte termocromatiche, parti di robot, catene di trasporto, punte giganti, mattoni refrattari. Troppo da elencare, onestamente.

Raccomanderesti HGR ad altri artisti e creatori?

Sempre. Oltre ad essere molto interessante per guardarsi intorno, offre ogni genere di cose che non potresti trovare a Home Depot o in un negozio di articoli per l'arte.

Cosa fai quando non stai facendo il tuo lavoro personale?

Sono un designer di Photonic Studio. Siamo un'agenzia di creatività e visualizzazione che si concentra sulla modellazione 3D per l'animazione e l'interazione. Ultimamente, questo significa che stiamo lavorando su molti progetti entusiasmanti in realtà aumentata e virtuale. Tradizionalmente, abbiamo lavorato con clienti in campi di design, così come team di marketing e comunicazione presso aziende di ogni genere.

Che cosa ti ispira?

Adoro essere ottimista riguardo al futuro. La capacità di lavorare con le nuove tecnologie e creare esperienze interattive che non potrebbero accadere nel mondo fisico è eccitante. Ho anche un amore per la produzione e trovare il processo e gli strumenti di produzione per essere belli. Spesso i limiti di un processo o di una tecnologia mi danno qualcosa da raggiungere mentre sviluppo concetti. Anche la scienza. Amo la NASA, SpaceX, JPL, LHC, NIF e tutti i tipi di macchine straordinarie costruite per la scienza.

Dove possiamo trovare il tuo lavoro?

Il mio lavoro quotidiano può essere visto su www.photonicstudio.com.

Rendering di camion Ford di Photonic Studio 3D illustration di Photonic Studio 3D illustration di Photonic Studio 3D rendering architettonico di Photonic Studio 3D rendering architettonico di Photonic Studio motion graphic di Photonic Studio

Il produttore di gioielli associa bellissimi oggetti a soggetti tabù nel tentativo di far parlare le persone della salute mentale

Inizia di nuovo Jewelry jewelry rendendo banco e strumenti

(intervista a Colleen Terry, proprietario, Begin Again Jewelry)

Com'è nato il tuo interesse per la creazione di gioielli?

Ho preso la mia prima lezione di gioielleria dopo aver ricevuto un trattamento medico chiamato terapia elettro-convulsiva per trattare il disturbo bipolare. Il trattamento ha comportato una grave perdita di memoria. In precedenza ero stato un grande fanatico, guadagnando persino una borsa di studio accademica alla Baldwin Wallace University. Mi sono vantato della mia nerdiness; tuttavia, senza la mia memoria, sono passato da 4.0 al mio primo semestre di college per ottenere Ds e Fs quando sono tornato. Mia madre, un'artista lei stessa, mi raccomandò di fare un corso d'arte. Quindi, mi sono iscritto per una classe di creazione di gioielli. Ho trovato conforto e rinnovata autostima nel fare le cose con le mie mani. Mi sono innamorato della permanenza di oggetti di metallo, e la mia passione è cresciuta da lì.

Dove hai ricevuto la tua formazione?

Dopo essermi innamorato della creazione di gioielli, mi sono trasferito da Baldwin Wallace al Cleveland Institute of Art dove mi sono guadagnato il mio BFA in gioielleria e metalli.

La sezione "La nostra missione" del sito web menziona una donazione di 10 per cento di ciascun acquisto a organizzazioni vicine e care alla tua storia personale. Cosa puoi condividere su quella storia?

Ho iniziato la mia attività circa un anno fa. Mi stavo ritrovando durante un periodo di recupero. Tre anni fa stavo fumando pacchetti di sigarette 2 e 1 / 2, bevendo 1 / 2 un litro di vodka e facendomi assumere comportamenti di disturbo alimentare ogni giorno. In 2015 ho trovato lo yoga. Entro due mesi dall'inizio di una pratica regolare, sono stato in grado di smettere di fumare, e una settimana dopo ho smesso di bere - sia il tacchino freddo che da solo. Il disturbo alimentare era il più difficile da fuggire. Dopo sei mesi di yoga, ho trovato la Emily Program Foundation e, con il loro aiuto, sono diventato libero da quei comportamenti per la prima volta negli anni 20. Quando ho iniziato a cercare me stesso, ho iniziato a riesaminare ciò che volevo davvero fare nella mia vita, e sapevo che una parte di ciò doveva essere fatta e un'altra parte doveva essere restituire e sostenere gli altri che avevano affrontato problemi simili al mio e chi erano sulla strada della ripresa. Volevo anche associare bellissimi oggetti a soggetti tabù nel tentativo di far parlare la gente della salute mentale.

Come hai creato il nome di quella azienda?

Ricominciare da capo è quello che sto facendo nella mia vita e ciò che voglio nutrire e celebrare con la mia linea e nella vita delle persone che sono in grado di toccare con i miei gioielli, la mia causa e la mia filantropia. È anche un mantra yoga che ha contribuito a cambiare la mia vita.

Dove vendi o commercializzi i tuoi prodotti?

Sto facendo show qui e là e vendendo dal mio sito web principalmente con il passaparola e i social media.

Come sono fatti i pezzi? Puoi guidarci attraverso il processo?

Tipicamente, quando si tratta di progettare i miei pezzi, vengo in panchina con un concetto generale e poi lascia che i miei materiali guidino il resto del processo. Io lavoro principalmente in oro 14k e argento, e la maggior parte del mio lavoro è fabbricata a mano. Ho una passione per la creazione di oggetti CAD / CAM e probabilmente incorporerò ulteriormente questo processo all'interno della linea in futuro.

Cosa ispira i tuoi progetti?

Il simbolismo e le pietre nella mia linea in qualche modo rappresentano speranza, guarigione e rinascita in qualche aspetto. Per esempio, alcune delle pietre sono conosciute per facilitare il calmare e aiutare nella meditazione, e le farfalle sono un simbolo comune di rinascita.

Cosa ti piace fare quando non stai progettando e realizzando gioielli?

Faccio un sacco di yoga! In realtà ho appena guadagnato il mio certificato di insegnamento yoga e non vedo l'ora di diffondere l'amore e la guarigione con lo yoga e i gioielli! Ho anche fatto tesoro del mio tempo con la famiglia e gli amici.

Ti consideri un produttore o un produttore e perché?

Mi considero un produttore perché non produco in serie e ogni pezzo è fatto con amore, speranza e gratitudine.

Che consiglio hai per gli altri produttori?

Non aver paura di fare ciò che ami e condividerlo con tutti!

Inizia di nuovo ciondolo farfalla gioielliInizia di nuovo il braccialetto dei gioielliInizia nuovamente collane di gioielliInizia di nuovo Choker farfalla gioielliInizia di nuovo gioielli Colleen Terry